CARATTERISTICHE DI MESSA IN OPERA

Rapporto di impasto in peso (polvere:lattice): 3:1
pH dell’impasto: 12
Peso specifico dell’impasto (Kg/l): 1,65
Tempo di vita dell’impasto (Pot life): 90 min
Spessore minimo per mano: 1 mm
Spessore massimo per mano: 2 mm
Intervallo tra le due mani: 4-6 ore
Pedonabilità: 24-48 ore
Attesa per il ricoprimento con ceramica: 4-5 gg
Attesa per il reinterro: 10 gg

Questi tempi, calcolati a 22°C e U.R 50%, vengono allungati dalla bassa temperatura associata ad alti valori di U.R. e ridotti dal calore.

ATTREZZI

  • Trapano a basso numero di giri
  • Spatola metallica
  • Spatola dentata

PREPARAZIONE DEI SUPPORTI

Il supporto deve essere sano, coeso, pulito da polvere e da ogni parte incoerente od in via di distacco. E’ consentita l’applicazione su supporti non perfettamente asciutti. Vanno appianate tutte le scabrosità che possono determinare difficoltà in applicazione e variazioni di spessore troppo forti. Il supporto deve essere altresì pulito da efflorescenze, tracce di oli disarmanti e ruggine. Demolire e ripristinare le parti ammalorate con i prodotti della gamma webertec. Se le superfici da ricoprire sono particolarmente assorbenti, inumidire preventivamente con acqua. Dopo l’applicazione, in climi particolarmente secchi, caldi o ventilati si consiglia di proteggere la superficie dall’evaporazione rapida con teli umidi o ombreggiando. Nel caso venga lasciato a vista, eventuali alterazioni cromatiche, che si possono verificare negli anni, sono fisiologiche, senza che questi ne compromettano l’efficacia impermeabilizzante.

APPLICAZIONE

 Versare il lattice (comp. B) in un idoneo recipiente pulito ed aggiungere nel medesimo, sotto agitazione, un sacco di polvere (comp. A). Rispettare il rapporto di impasto 3:1 (sacco kg 25 + tanica kg 8,3 / sacco kg 12,5 + tanica kg 4,15).

Miscelare con un trapano a basso numero di giri (500 giri/min) fino ad ottenere un impasto omogeneo, evitando l’inglobamento di aria nell’impasto.

Applicare con spatola in spessore massimo di 2 mm per strato. In corrispondenza di fessure o su strutture particolarmente deformabili inserire nello spessore di weberdry elasto2 una rete in fibra di vetro o sintetica a maglia quadrata (es: 4x4 mm).

In corrispondenza di giunti di dilatazione, raccordi parete-parete e parete-pavimento, box doccia, cucine, ecc… applicare la banda weberdry band / weberdry ELASTO band o i pezzi speciali (angoli e guarnizioni) su prodotto ancora fresco. Risolvere i punti singolari, come gli scarichi orizzontali e verticali con weberdry DRAIN.

Applicare la seconda mano ad indurimento della prima (circa 4 ore)

Curare la maturazione del prodotto durante la essiccazione, eventualmente spruzzando acqua nebulizzata sulla sua superficie.

Ricopribile dopo almeno 4 gg. con piastrelle ceramiche, mediante impiego di colla del tipo webercol UltraGres o webercol ProGres Top da scegliere in funzione dell’ampiezza della superficie da impermeabilizzare e della tipologia della piastella.

Stuccare le fughe con i prodotti della linea webercolor impastati con weber L50 secondo i rapporti indicati nelle schede tecniche di riferimento.

weberdry elasto2 può essere pitturato con weberdry reflex-P per prolungare nel tempo la durata e l’efficacia della soluzione impermeabilizzante.

AVVERTENZE E RACCOMANDAZIONI

  • Temperatura di impiego: da +5 °C a +30 °C
  • Non applicare in pieno sole su superfici surriscaldate e in presenza di vento forte
  • Non applicare su supporti gelati, in via di disgelo, o con rischio di gelo nelle 24 ore successive
  • Inumidire preventivamente con acqua le superfici da trattare, qualora risultino molto assorbenti
  • Proteggere dalla pioggia nelle prime 24/48 ore dalla applicazione
  • Se si lavora con temperature alte, prima dell’uso mantenere le confezioni al riparo dal sole
  • Dopo l’uso si consiglia di lavare gli attrezzi da lavoro con acqua prima che la malta faccia presa
  • Non aggiungere acqua, inerti o cemento al prodotto
  • Evitare di miscelare quantitativi parziali dalle confezioni
  • Non applicare carichi puntuali che possono compromettere la tenuta del film impermeabilizzante